[size=13]L'UE e l'euro non sono state scelte democratiche dei popoli, ma sono stati calati dall'alto per tutelare gli interessi di finanza, lobbies, banche, multinazionali. potentati economici vari. I cittadini europei sono stanchi di un'immigrazione fuori controllo, dell'UE che per salvare banche e finanza impone sacrifici che in alcuni paesi sono diventati disumani, di una moneta comune che invece di unire divide favorendo alcuni a danno di altri, dell'insopportabile livello di burocrazia e della sottomissione forzosa al volere e all'arroganza di Bruxelles. Il sogno di un'Europa dei popoli si e' rivelato un incubo di un' Europa in cui i popoli sono asserviti alla finanza , potentati economici, lobbies e multinazionali che, pur di continuare a lucrare, sono disposte a distruggere economie e tenore di vita di interi popoli. Crescita economica, benessere sociale e democrazia non si conciliano più con l' euro e l'Unione Europea. La massiccia propaganda riesce sempre meno a nascondere gli effetti di UE ed euro: perdita di sovranita' ed impoverimento generale, oltre a drenare risorse dei contribuenti per sanare i mercati e gli errori di banche e finanza.